"... fedeli amici di un tempo migliore..."

copertina_fedeli_amiciLa Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, avendo sostenuto negli ultimi anni una serie di interventi tesi alla valorizzazione del verde cittadino antico e moderno, ha salutato con particolare favore la possibilità di concorrere alla pubblicazione del presente volume. La singolare conformazione urbanistica della nostra città ha fatto si che dai tempi dell'Addizione Erculea, che portò quasi al raddoppio della superficie cittadina, si conservasse larga parte degli antichi spazi verdi, la cosiddetta Terranova. In questo settore rimasto non toccato dallo sviluppo urbanistico si collocano la Certosa ed il Cimitero Ebraico di via delle Vigne, entrambe protagonisti di questa affascinante pubblicazione.

Il tempio di San Cristoforo ha rappresentato per il nostro Ente un importante progetto, in cui possiamo dire con soddisfazione, di essere riusciti a fare sistema con le altre istituzioni pubbliche coinvolte. La narrazione fotografica del contesto che lo accoglie non può che rappresentare per noi un momento di ulteriore interesse per una restituzione così importante com'è stata San Cristoforo.
Ancor più attinente all'argomento di questa pubblicazione è stato il sostegno da parte della Fondazione al completamento dei lavori di realizzazione del progetto di recupero monumentale, paesaggistico e ambientale del Cimitero Ebraico di Ferrara, finanziato per la parte principale dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e riguardante soprattutto l'aspetto della sistemazione e integrazione dei percorsi interni e della manutenzione straordinaria del verde.
Tale intervento, calibrato secondo un attento progetto di restauro paesaggistico, è stato pensato partendo dalla considerazione che il Cimitero mantiene la funzione primaria di luogo di sepoltura ma, al tempo stesso, è anche sito della memoria storica della Comunità Ebraica di Ferrara, della storia della città, nonché patrimonio culturale e paesaggistico della collettività intera. Proprio in virtù di queste considerazioni l'intervento realizzato ha tenuto conto della molteplicità di valenze del luogo nel rispetto dei vincoli di tutela previsti dalla legge.
Siamo lieti pertanto di poter oggi dare completamento ai progetti di restauro con un prezioso volume che testimonia la gradevolezza delle essenze arboree e floreali, non solo parte a corredo di questi luoghi della memoria, ma esse stesse protagoniste di un momento di serenità e raccoglimento.
Grazie quindi all'Amsefc, al suo Presidente, Alexandra Storari, ed al Direttore Generale Maria Cristina Paganini, per averci proposto di collaborare alla realizzazione. Grazie soprattutto  agli autori, Carlo Bassi, Luciano Caro, Giovanni Guerzoni, Giorgio Mantovani e Leopoldo Santini, che hanno contribuito con il loro preziosi contributi. Un ringraziamento ancora va allo Studio Gualandi che ha curato la redazione grafica del volume e al fotografo Luca Pasqualini che ha realizzato le belle immagini a corredo del volume.