Enti collegati

Presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara hanno sede sei fondazioni "collegate". Si tratta di enti senza fini di lucro, ciascuno avente personalità giuridica di diritto privato, costituiti da persone che, dotate di cospicui patrimoni, hanno formulato disposizioni testamentarie atte a dotare le istituite o istituende fondazioni di mezzi sufficienti a produrre idonee rendite per uno scopo altruistico.

Oltre alla sede, queste fondazioni hanno altri punti di collegamento con la Fondazione Carife, sanciti dallo statuto.  Statuto Fondazione Carife art. 3:

La Fondazione persegue scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico del territorio, nel rispetto delle tradizioni originarie, operando nei seguenti settori rilevanti:

- l’assistenza, la tutela delle categorie più deboli e la sanità, anche attraverso attività mirate alla prevenzione e cura delle patologie più diffuse nel territorio;

- la cultura e l’arte mediante l’acquisizione, la raccolta, la conservazione, il restauro e la valorizzazione di monumenti, di musei, di opere d’arte e di beni di valore storico, artistico, culturale, ambientale e scientifico;

- l’istruzione e la ricerca scientifica, volte anche a favorire la formazione e l’occupazione.

 

Fondazione Conte Olao Gulinelli

La "Fondazione Conte Olao Gulinelli" trae la sua origine dal testamento olografo e successivo codicillo della Contessa Alma Gulinelli, nata Budini, deceduta in Ferrara il 20 gennaio 1972.

La Fondazione ha per fine di favorire nella città di Ferrara:

  1. lo studio dei problemi dell'agricoltura ferrarese;
  2. la beneficenza.

pdfStatuto Fondazione Conte Olao Gulinelli

Fondazione Giuseppe Pianori

L'ente trae origine dal testamento datato 26 febbraio 1980 del Sig. Giuseppe Pianori, il quale intese costituire una Fondazione denominata "Giuseppe Pianori"  per onorare e perpetuare la memoria della propria Famiglia. 
La Fondazione intende sviluppare ed arricchire il patrimonio artistico e culturale di Ferrara, attraverso l'acquisizione di significative opere d'arte moderna da destinarsi alla Gallerie civiche d'Arte Moderna e Contemporanea nella città. Gli acquisti dovranno essere indirizzati preferibilmente verso opere di artisti ferraresi che abbiano dato sicuro apporto alla storia dell'arte italiana.

pdfStatuto Fondazione Pianori

Fondazione Magnoni Trotti

Il giorno 31 agosto 1901 Anton Francesco Trotti muore nella sua casa a Ferrara assistito dalla governante Alessandra Bottoni Cavazza e dal Conte Colonnello Alberico Magnoni. In base al testamento olografo redatto il 29 agosto 1900 il Trotti, forse deluso dal comportamento della figlia Giulia che aveva lasciato il padre novantenne per andarsene in Cile, decide di donare tutto il suo patrimonio al figlio dell’amico Alberico Magnoni, il Conte Guido, con la preghiera di associare al cognome della nobile famiglia Magnoni il suo,Trotti, in modo da tener vivo il suo antico casato.
Una condizione singolare è contenuta nel manoscritto e riguarda il veto posto dal testatore circa una possibile alienazione del “casino di villeggiatura” (la villa Magnoni Trotti a Cona), mantenendo fede a quella tradizione che ha fatto sì che la villa rimanesse alla famiglia Trotti per più di trecento anni.
Il Conte Guido Magnoni, che al momento della donazione ha diciotto anni, riceve anche il cospicuo archivio di famiglia e la biblioteca di Anton Francesco Trotti.
Alla morte del Conte Guido Magnoni Trotti, avvenuta nel 1973, la villa e tutto il suo patrimonio passano alla Fondazione omonima, controllata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, il cui intento è quello di operare nel campo e nella
salvaguardia della storia e dell’arte ferrarese.

La Fondazione ha infatti per fine quello di promuovere opere e scritti che tornino ad onore della Terra Ferrarese nel campo dell'arte, della storia e della cultura, legando ad essi il nome della Famiglia che la costituisce, attraverso:

  1. un contributo annuale per la conservazione, restauro o ripristino di monumenti ed altre opere d'arte in Ferrara e Provincia con particolare riguardo all'epoca rinascimentale ed alla cerchia delle Mura della Città - da erogarsi con specifico riferimento ad un piano esecutivo approvato o da concordarsi e da corrispondersi a collaudo avvenuto - Udito il parere del Soprintendente per i Beni Ambientali e Architettonici;
  2. un premio annuale ad una pubblicazione di particolare rilievo nel campo della storia e dell'arte ferrarese - Udito il parere rispettivamente della Deputazione Provinciale di Storia Patria e del Soprintendente per i Beni ambientali e architettonici ovvero per i Beni artistici e storici se competenti per la materia della pubblicazione.
  3. un contributo a favore della frazione di Cona per interventi di carattere sociale, di assistenza, cultura, istruzione e sostegno delle categorie più deboli.

pdfStatuto Fondazione Magnoni-Trotti

Fondazione Lascito Niccolini

La fondazione denominata "LASCITO NICCOLINI"  trae la suo origine dal testamento pubblico e successivo codicillo del Senatore Gr. Uff. Pietro Niccolini, defunto in Ferrara il 15 ottobre 1939.
La “Fondazione Lascito NIccolini”, già Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza, è persona di diritto privato, attribuita con Decreto del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 219 del 24 ottobre 2008, senza fini di lucro, con piena autonomia gestionale e statutaria, regolata dalle leggi vigenti e dal presente statuto.
Essa ha per fine di favorire nella città di Ferrara:

  1. la beneficenza;
  2. la cultura;
  3. l'estetica urbanistica.

Nell'ambito degli interventi sub b), è importante citare il c.d. Premio Niccolini,  uno dei più prestigiosi tra quanti nella nostra città vengono assegnati per opere di letteratura, saggistica, arti visive, architettura.
Destinato alle produzioni di scrittori, studiosi, artisti, progettisti attivi nella nostra città negli ultimi anni, è dedicato a Vittoria Bevilacqua Niccolini, consorte di un personaggio storico di assoluto rilevo come il senatore Pietro Niccolini, ex sindaco di Ferrara, città che gli deve un esemplare impegno civico e sociale ed un eccezionale mecenatismo, prolungatosi al di là della sua vita terrena tramite il Lascito che porta il suo nome, gestito presso la Fondazione CARIFE. Difatti il Lascito Niccolini è un Ente Morale col fine di favorire, oltre che opere di beneficenza, la vitalità dell’arte e della cultura nella città di Ferrara. Il concorso, la cui prima edizione fu nel 1947, si ripete con cadenza sessennale ed è sempre molto partecipato.

pdfStatuto Lascito Niccolini

Fondazione Santini Gaetano ed Elvira

La Fondazione ha sede in Ferrara – Palazzo Muzzarelli Crema – via Cairoli n. 13 
E’ scopo della Fondazione l’attuazione, nella Provincia di Ferrara, di iniziative del più alto interesse sociale, quali, in via principale, l’assistenza nei confronti delle persone di età avanzata, anche mediante la messa a disposizione delle stesse case di riposo e/o case di cura, nonché, in via subordinata, l’assistenza alle categorie sociali più deboli, con particolare riferimento agli handicappati e ciechi.

pdfStatuto Fondazione Santini Gaetano ed Elvira

Fondazione Barion Vito

La istituzione denominata “Fondazione Barion Vito”, con sede a Ferrara presso la locale Fondazione Cassa di Risparmio, trae la sua origine dal testamento olografo del Sig. Barion Vito deceduto in Ferrara l’08/09/1990.
La Fondazione ha lo scopo di favorire le attività dell’Associazione Italiana Assistenza agli Spastici e del Centro Tumori Ginecologici (c/o la Clinica Ostetrica-Ginecologica dell’Arcispedale S. Anna di Ferrara – U.S.L. 31) attribuendo loro una rendita in forza del proprio patrimonio.
La Fondazione provvede al conseguimento dei suoi scopi con le rendite del suo patrimonio, gestito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara.

pdf Statuto Fondazione Barion Vito

Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara
Via Cairoli, 13 - 44121 Ferrara | tel. 0532/205091 fax. 0532/210362 | email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.fondazionecarife.it
Codice Fiscale 00112530381 | Informativa sulla privacy | Cookie policy