Per far fronte alle difficoltà di inserimento lavorativo al termine degli studi universitari, alcune componenti della Facoltà di Ingegneria hanno dato vita ad un ente - la Fondazione Zanotti - in grado di attuare iniziative concrete volte sia alla formazione professionale che ad agevolare l'ingresso del neolaureato nel mondo del lavoro.

Questo servizio intende infatti fornire a tutte le imprese la possibilità di poter contare su un rapporto diretto con l'Università al fine di creare una rete di collaborazioni tra impresa (pubblica e privata) e la Facoltà di Ingegneria con conseguenze positive anche e soprattutto sul tessuto economico e sociale locale.

 

Importo erogato euro 15.000

 

 

Le prime proposte volte alla creazione di un Museo nello storico complesso di Via Mazzini risalgono a metà degli anni 80. Realizzato grazie al contributo della Fondazione ed inaugurato nel suo primo nucleo il 29 giugno del 1997, il Museo si articola lungo un percorso interno coerente e suggestivo, completato nel corso degli ultimi anni, che consente di visitare gli ambienti storici recuperati e restaurati, all'interno dei quali le suppellettili culturali testimoniano la ricchezza e vivacità della comunità Ebraica la cui presenza a Ferrara risale agli inizi del secolo XIII.

 

Importo erogato euro 13.000

Il nuovo ospedale del Delta a Lagosanto, pur disponendo di un buon reparto di Cardiologia-UTIC, è stato riconosciuto mancante di un servizio di emodinamica, indispensabile per completare l'iter diagnostico-terapeutico dei pazienti cardiopatici.

L'Azienda USL, l'Azienda Ospedaliera S. Anna e l'Assessorato Regionale alla Sanità hanno quindi provveduto ad approvare un progetto per l'istituzione di un Laboratorio di Emodinamica che consentirà di servire un bacino di utenza di circa 100.000 unità sul territorio, evitando così lo spostamento di  migliaia di persone che attualmente utilizzano il servizio presso altri ospedali e cliniche.

La Fondazione, alla luce dell'impegno siglato dagli enti competenti è quindi intervenuta assicurando un sostanzioso contributo finanziario.

 

Importo erogato euro 75.000 

Un gruppo di studenti dell'Università di Ferrara appassionati di motoristica, hanno potuto partecipare, grazie all'impegno congiunto della nostra Fondazione e di quella di Cassa di Risparmio di Cento, alla "Formula Student".

Si tratta di una competizione che consiste nella progettazione di una piccola auto da corsa a ruote scoperte per gare su circuiti asfaltati come parte culminante del percorso di studio.

Lo scopo della competizione è di progettare la migliore auto possibile, non solo dal punto di vista prestazionale, ma anche dal punto di vista dei costi.

Del prototipo che verrà studiato andrà infatti stimato un costo di realizzazione di un certo numero di esemplari indicati nel regolamento.

Questo progetto permette agli studenti di avvicinarsi, tramite il mondo dell'automobile, all'innovazione, alla ricerca e alla loro concretizzazione in progetti e costruzioni.

 

Importo erogato euro 19.500

 

Un'idea sorta nell'ottica della valorizzazione delle collezioni d'arte della Fondazione e della Cassa di Risparmio S.p.A., e quindi inserita a pieno titolo nel progetto di recupero materiale o morale del patrimonio artistico disperso, è quella della realizzazione del sito internet della Pinacoteca Nazionale di Ferrara, subito condivisa dalla Soprintendenza per i bei Artistici, Culturali e Demoetnoantropologici di Bologna, che si è adoperata con risorse tecniche ed economiche per contribuire alla sua realizzazione.

L'incarico è stato affidato ad una ditta particolarmente esperta nella realizzazione di siti afferenti beni culturali, ed è stata abbinata ad un aggiornamento della ricerca effettuata anni addietro sul patrimonio disperso. Si è cosi potuto dotare la Pinacoteca di Ferrara di uno strumento di comunicazione essenziale al giorno d'oggi, abbinando gli elementi di interesse propri di un'offerta di consultazione snella ed accattivante, con la rigorosità scientifica della catalogazione delle opere eseguita secondo i parametri stabiliti dall'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione.

 

Importo erogato euro 39.500